La cerimonia del tè per le tue nozze in Giappone

La cerimonia del tè è una delle esperienze turistiche più intense che si possono fare in Giappone. Si tratta di una vera e propria immersione nella cultura giapponese. Un rituale che ha gesti ben precisi, ritmi studiati, odori, colori e sapori inconsueti per noi occidentali. Insomma, coinvolge tutti e cinque i sensi.

È un rito coreografico, un modo molto speciale di preparare il tè verde (ce ne sono di diversi tipi con diverse intensità di gusto e di colore) che di solito si accompagna a dolci tradizionali. Non devi pensare al tè che siamo abituati a bere qui in Italia, il tè giapponese, chiamato Matcha, è piuttosto amaro. Quindi si sposa bene con i cibi dolci.

Ma bere il tè è solo un aspetto secondario del rituale, la preparazione è molto più importante.

Il cerimoniale prevede l’uso di strumenti tipici e soprattutto una sequenza di gesti che mette al centro l’ospite. La preparazione del tè è un gesto d’amore, in un certo senso. Come in tante cose che riguardano il Giappone, in ogni gesto c’è un significato, c’è meditazione e sentimento. Servire il tè è una disciplina spirituale più che un passatempo.

È un modo di apprezzare il momento, di assaporare la tranquillità e di condividere qualcosa di unico con qualcuno di speciale.

In un certo modo, si crea una certa comunicazione emotiva tra chi sta servendo il tè e chi lo riceve. Si pensa che la cerimonia del tè rafforzi il legame tra le persone presenti.

Inutile che ti dica che non appena l’ho scoperta, ho subito pensato che sarebbe un momento perfetto da condividere il giorno delle nozze.

Che c’è di meglio di un rituale in cui si contempla l’armonia e la serenità, si apprezza la reciproca compagnia e si porta il legame con un’altra persona ad un livello più profondo e spirituale?

La cerimonia del tè per le tue nozze in Giappone

Hai mai pensato di unire l’esperienza di un bellissimo matrimonio in Giappone con quella della celebre cerimonia del tè? Beh, dovresti farlo, perché la filosofia del tè è molto appropriata per un matrimonio.

Si basa su questi punti: Wa, Kei, Sei, Jaku – “armonia, rispetto, purezza, tranquillità”.

  • “Wa” (和) significa armonia. La si vede nella scelta dei colori degli utensili e delle porcellane, che sono legati tra loro da un’armoniosa somiglianza, ma anche nelle decorazioni della sala da tè.
  • “Kei”(敬) significa rispetto. Lo vedi nei gesti che vengono osservati durante tutto il rituale e nell’attenzione con cui si maneggiano tutti gli oggetti cerimoniali.
  • “Sei” (清) è sinonimo di purezza. Il senso di questo termine è quello di lasciare fuori dalla sala da tè tutte le preoccupazioni e le ansie,  liberare il cuore per dedicarsi pienamente al momento.
  • “Jaku” (寂) significa tranquillità. Una volta che hai imparato ad osservare l’armonia, il rispetto e la purezza, tutto si placa e si sperimenta una tranquilla felicità.

 

Ora dimmi tu se non sono tutti concetti che si legano benissimo ad un matrimonio. Io ci vedo molti collegamenti. Sicuramente ti auguri per le tue nozze di vivere in armonia con la persona che ami, di rispettarvi a vicenda, di saper lasciare il resto del mondo fuori per dedicarvi a voi con cuore puro e di sperimentare la tranquillità che offre la famiglia, il sapere di amare ed essere ricambiati.

Questi giapponesi non smettono mai di stupirmi con i loro meravigliosi insegnamenti.

Ci sono diversi luoghi in cui si può partecipare ad una cerimonia del tè e apprendere questa antica arte. Noi del team di Matrimonio in Giappone ne abbiamo cercati alcuni estremamente suggestivi, per trasformare questo momento tradizionale in una chicca speciale per il giorno nel tuo matrimonio.

In particolare abbiamo scovato posticini deliziosi, che hanno il sapore del Giappone antico. Alcuni di questi sono luoghi privati, che normalmente non vengono usati per i matrimoni, ma per i nostri sposi fanno un’eccezione. Potresti inserire la cerimonia del tè nel programma della tua giornata nuziale. Sarebbe perfetto dopo la cerimonia al tempio o in giardino.

 

Ci sono persino dei posticini in cui si può fare tutto nello stesso luogo. Cioè oltre che svolgere la cerimonia del tè è possibile per esempio pernottare e vivere l’esperienza di abitare una tipica casa giapponese, si può pranzare e  celebrare una cerimonia di matrimonio (laica) in uno di quei piccoli ma deliziosi giardini giapponesi.

Molto dipende dal periodo, dal numero degli invitati (sarete solo voi due o avrete con voi le vostre famiglie?) e dai tuoi desideri. Quindi si tratta certamente di un’esperienza da personalizzare durante lo studio del tuo progetto di matrimonio in Giappone.

Se l’idea ti piace, io e il team di Matrimonio in Giappone siamo a tua disposizione. Abbiamo creato un ponte tra l’Italia e il Paese del Sol Levante per aiutarti a superare tutte le difficoltà burocratiche, culturali, linguistiche e pratiche e guidarti nei preparativi delle tue nozze.

So bene che organizzare un matrimonio è difficile, soprattutto se lo fai all’estero. Ancora di più se parliamo di un matrimonio in Giappone, una terra lontana che ha una cultura molto diversa dalla nostra, in cui parlano una lingua molto complessa da capire (in Giappone la maggior parte delle persone non parla inglese, si comunica in Giapponese) e hanno leggi, usanze e procedure spesso incomprensibili per gli occidentali.

Proprio per questo ho ideato il mio progetto Matrimonio in Giappone e ho creato la task force che ti permetterà di superare queste difficoltà senza perdere il sorriso.

Per saperne di più scarica gli esempi di pacchetti tipo e poi contattami per iniziare il tuo progetto di nozze personalizzato.

Mata nè!

またね

Claudia-chan

 

Claudia-chan
Claudia-chan
info@matrimonioingiappone.it
No Comments

Post A Comment