3 Tradizioni per il matrimonio in Giappone che riconoscerai

by | 22 Gen 2019 | matrimoni giapponesi, tradizioni, wedding planner | 0 comments

Il Giappone è una terra lontanissima dall’Italia e certamente un matrimonio in Giappone è un’esperienza di vita unica e irripetibile. Sono certa che senti già l’emozione crescere pensando a quel giorno. Vivrai insieme alla persona che ami una giornata ineguagliabile.

Allo stesso tempo probabilmente ti spaventa il fatto di dover festeggiare il tuo matrimonio in una maniera così lontana dalla cultura italiana a cui siamo tutti abituati. Nella tua immaginazione e nei tuoi sogni d’infanzia probabilmente non c’erano un tempio shintoista, un kimono e un banchetto a base di sushi. Quando pensavi al giorno delle tue nozze lo visualizzavi in modo completamente diverso.

Quindi affrontare il tuo destination wedding in Giappone può provocarti delle ansie, che sono del tutto naturali.

Io e il team di Matrimonio in Giappone abbiamo creato il nostro progetto proprio per questo. Per offrire alle coppie italiane la gioia di sposarsi in Giappone senza problemi nè ansie. Superando tutte le difficoltà legate alla lingua, alla cultura e alla burocrazia.

Anche con la sicurezza di un’organizzazione efficace e precisa potresti però non riuscire a superare del tutto il tuo timore. Quindi oggi voglio parlarti di alcune tradizioni del matrimonio in Giappone che troverai sorprendentemente simili alle nostre.

In questo modo sono certa che arriverai alla conclusione che la terra del Sol Levante non è lontana come sembra. E riuscirai più facilmente ad immaginarti quel giorno speciale

3 Tradizioni per il matrimonio in Giappone che riconoscerai

Cominciamo da una delle tradizioni italiane più antipatiche, quella della “busta”. In Giappone è uso che gli invitati ad un matrimonio portino in dono una busta contenente dei soldi. Si chiama shūgibukuro (祝儀袋) ed ha lo stesso identico uso della nostra busta per i matrimoni. Le differenze sono principalmente due:

  • Il tutto è molto più organizzato: c’è una persona alla reception dell’hotel o del ristorante in cui si svolge il banchetto che ha il compito di ritirare queste buste
  • La busta è molto più carina della nostra: i giapponesi tengono all’estetica in modo maniacale, e le buste-regalo sono dei veri e propri pacchetti

 

shugi bukuro per il matrimonio in Giappone

via pinterest

Spesso l’importo è specificato nell’invito, in media 30.000 yen (circa 240€ con il cambio attuale) per gli amici e 50.000 yen (circa 400€) per i parenti. Una curiosità a questo proposito è che non si usano cifre pari. Mi spiego meglio: devi immaginare le banconote. Un regalo da 30mila yen, per esempio, è equivalente a 3 banconote da 10mila. Se fossero 40mila sarebbero un dono meno desiderabile. Questo perché si possono dividere e in qualche modo tutto ciò che si può dividere porta male ai matrimoni, perché fa pensare al divorzio.

La seconda tradizione che troverai stranamente familiare è quella degli hikidemono (引き出物). Si tratta di doni fatti dagli sposi agli ospiti. Sì, hai capito bene. Anche in un matrimonio in Giappone è d’uso la bomboniera. E come potrai immaginare è anche ben confezionata ed elegante.

Si tratta di solito di oggetti per la tavola. Vasellame, piatti, tazze, bacchette, oppure dolci di pregio. Vengono posizionati di solito sul tavolo, come accoglienza agli ospiti. Un po’ come i nostri segnaposto o aprifesta. Normalmente sono però abbastanza preziosi, se rapportati agli standard italiani. Infatti un hikidemono ha un prezzo medio di 6000-6500 yen (circa 50€).

 

hikidemono per il matrimonio in Giappone

via pinterest

Un aspetto curioso delle bomboniere alla giapponese è che si è diffusa l’usanza di sceglierle da catalogo. Insomma viene presentato agli ospiti un elenco di oggetti tra cui scegliere il loro preferito. E il dono prescelto viene poi recapitato a casa. Per questo spesso, per non lasciare che gli invitati vadano via a mani vuote, vengono comunque offerte delle piccole scatole di dolci.

La terza tradizione che troverai molto vicina alle usanze italiane riguarda appunto i dolcetti tipici giapponesi. In occasione dei matrimoni sono popolari dei dolcetti di forma sferica o ovoidale detti oiri (おいり), oppure delle mandorle ricoperte di zucchero. Sì esatto, si avvicinano molto ai nostri confetti. Va detto che in molti casi le spose giapponesi sono molto affascinate dai costumi occidentali (tanto che i loro matrimoni “da sogno” spesso sono una copia dei nostri). Ma in questo caso le tradizioni all’origine sono sorprendentemente vicine.

 

oiri per il matrimonio in Giappone

via pinterest

Che ne pensi delle tre tradizioni che ti ho presentato?

Non sono poi così lontane da quelle italiane, vero? Spero che questo ti rassicuri un po’.

Ovviamente ci sono anche tante differenze e destreggiarsi tra i vari obblighi culturali e normativi non è facile.

È comprensibile che tu ti senta un po’ in ansia all’idea di andare a sposarti dall’altra parte del mondo, o di festeggiare il tuo anniversario di matrimonio in un luogo così distante.

Ma delle difficoltà tecniche e pratiche non devi preoccuparti. A quelle pensiamo noi di Matrimonio in Giappone.

Abbiamo infatti creato un ponte tra l’Italia e il paese del Sol Levante, mettendo insieme diverse competenze ed esperienze nell’ambito nozze. In questo modo siamo in grado di offrirti una fantastica esperienza che mantiene tutta la poesia di un matrimonio in Giappone e tutta l’emozione che serve ad una coppia italiana, senza paure o preoccupazioni di lingua, burocrazia e tempistiche.

Vorresti saperne di più?

Per prima cosa scarica alcune proposte tipo che abbiamo preparato per te e ti aiuteranno ad avere un’idea più chiara dell’investimento. E poi contattaci per iniziare a progettare il tuo matrimonio unico in Giappone.

またね

Claudia-chan